Se ancora non avete provato Google+ nemmeno a livello personale, come prima cosa dovete entrarci e usarlo. Altrimenti, ogni teoria è inutile. Se, invece, fate parte di quelle persone che si sono lanciate nella gestione di una pagina aziendale su Google+, questo articolo fa per voi. Uno dei dubbi che ogni azienda deve porsi approdando su Google+ è: che tipo di pagina creo? Attività locale oppure  Azienda, istituzione o organizzazione?

creazione-pagina-google+

Ci sono pro e contro, descritti più avanti, per ciascuna tipologia. La cosa importante è che non è possibile cambiare tipologia una volta creata la pagina e che, se avete scelto in passato Azienda, istituzione o organizzazione potreste trovarvi, a vostra insaputa, a gestire due pagine Google+ in contemporanea per la stessa azienda. La questione di come gestire l'esistenza di due o più pagine G+ per un determinato business locale è diventato un problema frequente. Negli ultimi mesi, non è passata settimana senza che qualcuno mi facesse questa domanda: come faccio a fondere la mia pagina Google+ con la pagina generata automaticamente da Google? In passato semplicemente non si poteva. Oggi ancora non si può, ma alcune cose sono cambiate.

La prima cosa da sapere è che Google Places, che corrisponde grossolanamente alla lista dei luoghi e delle attività indicati su Google Maps, crea in automatico pagine Local che, da qualche tempo, sono di fatto pagine Attività locale di Google+.  La situazione tipica in cui ci si ritrova è questa:

Uno dei miei clienti ha istituito una pagina di Google+. Ma dal momento che Google Places fa automaticamente le pagine di Google+, ora ho due pagine Google+ che rappresentano la medesima società. Ho effettuato il processo di verifica della pagina Local per verificarne la proprietà, così ora entrambe le pagine sono legate allo stesso indirizzo di posta elettronica gmail. La pagina creata dal mio cliente è più completa e sviluppata di quella creata automaticamente da Google Places. C'è un modo per unirle? Come devo procedere?

Questa è la situazione in cui si trovano tutte le aziende che hanno un indirizzo fisico, quindi un'unica location, ma che avevano creato una pagina Azienda, istituzione o organizzazione in passato, anziché attivare e utilizzare da subito una pagina Attività locale. Poi, d'un tratto, Google ha deciso di fondere Google+, Google Places e di conseguenza anche Google Maps, portando molte aziende ad avere pagine duplicate.

Pagina locale o pagina aziendale?

A questo punto le domande tipiche sono:

  • Come faccio a fondere queste due pagine?
  • Posso mantenere la mia pagina Google+ aziendale e cancellare quella auto-creata da Google?
  • Devo tenere e gestire entrambe le pagine?
  • Qual è il miglior modo di procedere?

La risposta è più o meno la stessa per tutti, ma ci sono degli elementi da tenere in considerazione per capire se la vostra azienda rientra in una casistica particolare. Ecco alcuni dati di fatto da cui partire per la corretta gestione delle pagine Google Plus:

  1. Google creerà automaticamente una pagina G+ locale per qualsiasi azienda che ha un indirizzo fisico, così come per i singoli liberi professionisti (per intenderci, tutto ciò che si troverebbe sulle Pagine Gialle, tutte le attività con un indirizzo indicato sulla guida telefonica).
  2. In genere non c'è modo di sopprimere o eliminare questa pagina G+ locale.
  3. Non è possibile unire due pagine G+, a meno che non si tratti di due pagine della stessa tipologia (due pagine Attività locale o due pagine Azienda, istituzione o organizzazione).
  4. Non è possibile passare follower da una pagina all'altra.

Ora passiamo ai pro e contro di ciascuna tipologia di pagina. Google è molto, molto più propenso a mostrare una pagina G+ locale - quindi Attività locale - nei risultati di ricerca quando si digita il nome di determinato business locale e ci si trova nella stessa area geografica. Considerate quindi che un business che ha un brand nazionale o internazionale ma diversi punti vendita, dovrebbe avere una pagina Azienda, istituzione o organizzazione centrale e tante pagine Attività locale quanti sono i suoi punti vendita fisici aperti al pubblico.

La pagina locale esisterà in ogni caso, ma il fatto che l'attività di comunicazione, creazione di una community e condivisione di contenuti si concentri sulla pagina aziendale del brand o sulle singole pagine local, dipende dalla strategia che si sceglie. È corretto ciò che meglio si adatta agli obiettivi di marketing della società.

Le soluzioni possibili

Quindi, le possibilità per un'azienda sono:

  1. Eliminare la pagina Azienda, istituzione o organizzazione (d'ora in poi "pagina aziendale") e ripubblicare il vecchio contenuto sulla pagina G+ locale. Questo ha il vantaggio di concentrare la comunicazione su una sola pagina e di aumentare la visibilità tra i risultati di ricerca di chi è geograficamente vicino a quella pagina.
  2. Tenere entrambe le pagine e inserire attivamente contenuti su entrambe. Questa è la soluzione giusta nel caso in cui la vostra azienda abbia una presenza sia nazionale che locale, ma richiede molto più lavoro.
  3. Tenere entrambe le pagine ma gestire attivamente solo la pagina locale. In questo caso si potrebbe pubblicare un post sulla vecchia pagina aziendale chiedendo che le persone seguano la pagina locale. Questo ha il vantaggio di essere relativamente facile, evita il lavoro duplicato e non elimina i vecchi contenuti ma la pagina aziendale resterebbe abbandonata.
  4. Tenere entrambe le pagine, gestire attivamente solo la pagina aziendale e pubblicare un post informativo sulla pagina locale rimandando i visitatori alla pagina aziendale. Questo ha senso solo se il marchio è un marchio nazionale e il punto vendita fisico non è un punto centrare della strategia.

Per prendere la decisione corretta su quale delle 4 vie sopra esposte sia quella da percorrere, dovere rispondere alle seguenti domande:

  • Qual è l'obiettivo della vostra presenza social su Google+ e chi è il target di riferimento?
  • La società ha un target nazionale o concentra la sua comunicazione in un raggio di 60km dal punto vendita fisico?

Se la vostra clientela è prevalentemente locale o regionale dovrete eliminare la pagina aziendale e ripubblicare tutti i contenuti sulla pagina locale, oppure tenere entrambe le pagine, ma gestire attivamente solo la pagina locale, lasciando un ultimo post sulla pagina aziendale che rimanda alla pagina locale.

Se la società è in gran parte di natura nazionale, aggiungete una  copertina decente e una foto di profilo alla pagina G+ locale e, al massimo, pubblicateci un unico post che rimanda alla pagina aziendale. La la pagina locale è il collegamento che Google mostra nei risultati di ricerca locali, quando evidenzia una mappa sul lato destro. Per questo motivo, anche se concentrate l'attività sulla pagina aziendale, è bene non lasciare la pagina locale completamente vuota e abbandonata.

Purtroppo, a causa della lenta e graduale fusione tra Google+ e Google Places, si è creata una grande confusione. La mancanza di strumenti e meccanismi per convertire un tipo di pagina in un'altra ha amplificato ancor di più questa confusione. Tuttavia, ora le cose sono diventate più chiare e le attività locali beneficeranno molto del nuovo sistema di gestione delle pagine Local.

Avete ancora dubbi su quale sia la soluzione migliore per la vostra azienda? Contattateci!

Dario Pagnoni è consulente di marketing e strategia aziendale, Docente di comunicazione pubblicitaria e web copywriting presso l’Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia. Ha una Laurea Magistrale in Marketing Management ed è appassionato di strategia, innovazione e comunicazione digitale.